content top

Il diritto al contraddittorio con l’Agenzia delle entrate.

Una recente vittoria dello studio (si legga qui la Sentenza CTP RE 21.05.2019) consente di ribadire ancora una volta l’importanza del contraddittorio endoprocedimentale nelle controversie tributarie con l’Agenzia delle Entrate.
Anche per evitare, quando possibile, appesantimenti processuali per le Commissioni Tributarie, è stato chiarito ancora una volta che nella fase precontenziosa di “dialogo” con le imprese, successivamente agli accertamenti tributari e dopo la notifica di PVC, i funzionari incaricati hanno il dovere di ascoltare le istanze avanzate ed esaminare, oltre alle deduzioni, anche la documentazione messa a disposizione dai contribuenti, pena la violazione del diritto al contraddittorio e l’indubbia illegittimità dell’avviso di accertamento successivamente emesso.